No Dior, No Dietrich

Da il

L’attrice tedesca, in fatto di moda, aveva le idee chiare. Fu proprio lei a tener a battesimo, nel 1947, la prima storica sfilata dello stilista francese, portando il suo marchio, allora sconosciuto, alla ribalta. E anche sul set del film di Hitchcock “Paura in palcoscenico”, l’affascinante Marlène volle indossare solo abiti firmati dal suo amico e vicino di casa Christian Dior. Quello fu solo l’inizio per il celebre designer di uno stretto connubio tra il mondo del cinema e quello dell’alta moda che non si è mai interrotto.Attirato fin dalla tenera età dall’universo patinato delle star di Hollywood, Dior ha vestito stuoli di divine icone del grande schermo come Elizabeth Taylor, Grace Kelly, Ingrid Bergman, Brigitte Bardot. E come dimenticare l’immagine di Marylin Monroe e Sophia Loren che fumavano tra campioni di tessuto nello spogliatoio della boutique al numero 30 di avenue Montaigne?

Marlene Dietrich & Dior

Ma Dior fu anche il primo ad andare oltre l’abito. Creò, infatti, abbinamenti raffinati con accessori di lusso, dalle scarpe alle borse, dai foulard ai profumi. E, naturalmente, gli occhiali. La sua prima collezione eyewear venne lanciata nel 1996 e fu subito un successo. Capace di interpretare lo spirito femminile con modelli che celebrano un’eleganza sofisticata, la linea Dior continua ad ammaliare anche le dive contemporanee con lenti dal design moderno e dai colori glamour. Dettagli ovali, cannage e lavorazioni impeccabili caratterizzano gli occhiali Dior, amatissimi da star mondiali del calibro della cantante Rihanna o della modella e attrice Fernanda Lima.

Dior Metallic Sunglasses

In epoche più recenti è stato soprattutto l’estro dello stilista inglese John Galliano a rilanciare la maison Dior con occhiali audaci, ma mai troppo eccentrici. Nel luglio 2012, l’arrivo del nuovo direttore artistico Raf Simons ha segnato, per la casa di moda, un ritorno alla mai sopita passione per l’arte. I grandi maestri della storia dell’arte hanno sempre esercitato una significativa influenza su Dior. Un tocco di genialità che ancora oggi traspare dai capi di moda e dagli accessori, ispirati alle opere astratte del pittore Sterling Ruby o alla pop art di Andy Warhol, solo per citarne alcuni. Per l’estate 2015 Simons propone i Dior Technologic, con montatura traforata in metallo argentato, lenti ultrapiatte a specchio tono su tono che assicurano una protezione Uva al 100% e aste in acetato nero opaco. Tra i modelli più trendy del momento ci sono inoltre i So Real  disponibili nella versione più aggressiva Crystal/Sylver, nella più sobria Black/Silver o nella linea Tortoise/Silver e perchè no nelle più colorate e nuovissime versioni Kaki/Gold o Bleu Marine/Rosé Gold: occhiali da sole in bilico tra fascino retrò e stile contemporaneo.

Dior Technologic

Lascia un commento

  • (not be published)